ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

Missione ASI in Argentina

Si è conclusa una intensa cinque giorni ‘di sistema’ nel paese latinoamericano guidata dal presidente Battiston. Presenti diversi rappresentanti dell’industria nazionale (TAS-I, e-Geos, IDS, AIAD)

Si è conclusa il 23 maggio la ‘missione di sistema’ dell’Agenzia Spaziale Italiana in Argentina, secondo impegno dedicato al settore nell’agenda dell’Anno dell’Italia in America Latina dopo la due giorni in Messico dello scorso marzo.

A guidare la delegazione del nostro Paese, composta da una nutrita rappresentanza dell’industria nazionale (TAS-I, e-Geos, IDS e AIAD), è stato il presidente dell’ASI Roberto Battiston - nella foto qui a sinistra ritratto assieme al Direttore dell'Agenzia Spaziale Argentina CONAE, Conrado Franco Varotto, e al presidente della Commissione Argentina per l'Energia Nucleare CNEA, Norma Luisa Boero - accompagnato dal responsabile per le Relazioni Internazionali e l’Alta Formazione dell’ASI Gabriella Arrigo.

“Sono stati cinque giorni densi e fruttuosi – ha dichiarato Battiston, che il 20 all'Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires ha tenuto una Conferenza sul 'Sistema Spazio' in Italia – nel segno di una cooperazione nel settore tra i due paesi che data oltre venti anni, dall’accordo del 1992 sulla ricerca e l’utilizzo dello Spazio extra-atmosferico fino alla partnership ASI-CONAE sul progetto SIASGE all’inizio del nuovo millennio, programma sul quale entriamo adesso in una avanzata fase operativa”.

Oltre alla capitale, dove hanno avuto luogo gli incontri di più alto profilo istituzionale, la missione ha ‘toccato’ Bariloche - presso le facilities industriali dell’INVAP, dove vengono sviluppati i satelliti del programma SIASGE, SAOCOM - e Cordoba – per, tra le altre cose, una visita al locale Centro Spaziale CONAE e all’Istituto di Alta Formazione “Mario Gulich”, oltre ad un incontro con il Rettore della locale Università, Francisco Tamarit.

Tra gli aspetti più qualificanti della missione, infatti, gli accordi di collaborazione in tema di ‘Alta formazione’ hanno avuto un importanza di primo piano. E’ stata confermata dunque la collaborazione con l’Istituto “Mario Gulich” e le borse dell’ASI e del MAECI, mentre è già in corso un importante programma di formazione post laurea nell’utilizzo dei dati telerilevati per la gestione e la prevenzione delle grandi emergenze.

SIASGE (Sistema Italo-Argentino di Satelliti per la Gestione delle Emergenze) è uno dei progetti satellitari più ambiziosi a livello mondiale e consiste in una costellazione di 6 satelliti radar operanti lungo la stessa orbita.

Quattro in banda X – si tratta della costellazione COSMO Sky Med, già operativa in orbita – e due in banda L: i satelliti SAOCOM 1A e 1B, attualmente in fase di sviluppo e il cui lancio con vettore Falcon-9 delle società USA Space-X è in programma entro il 2017.

La possibilità di operare contemporaneamente nelle due bande radio, che hanno caratteristiche molto diverse relativamente alla penetrazione della superficie terrestre illuminata dal radar rende il SIASGE un sistema innovativo e molto efficace per l’osservazione della terra, in particolare, per quanto riguarda le applicazioni relative al contenuto di acqua del terreno.

“Nel corso della visita – ha spiegato Battiston - è stata lanciata l’idea di una fase 2 di SIASGE, in quanto sia l’ Italia che l’Argentina hanno in previsione il lancio di altri satelliti SAR: COSMO-SkyMed con altri due satelliti in banda X e altrettanto da parte argentina con due SAOCOM (A,B) in banda L. Permettendo così di prevedere che la fine del decennio il progetto SIASGE potrà contare su 10 satelliti SAR X e L: una straordinaria costellazione con caratteristiche uniche a livello mondiale”.

L’idea di una continuazione di SIASGE è stata presentata al Ministro della Pianificazione, Investimenti e Servizi Pubblici, Julio Miguel De Vido nel corso di un incontro con la delegazione ASI guidata dall’Ambasciatore italiano in Argentina, Teresa Castaldo, che ha dichiarato l’intenzione di sostenerla e ha invitato ASI e CONAE a preparare un accordo in tale senso. Con l'occasione, la delegazione ASI ha anche incontrato a Buenos Aires il Vice Ministro della Scienza, Tecnologia e Innovazione, Alejandro Ceccatto, e il Sottosegretario del Ministero degli Affari Esteri, Carolina Perez Colman.