ASI - Agenzia Spaziale Italiana - NewsASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

Lares e Vega verso il lancio

Il satellite LARES pronto a lasciare la Terra con il lanciatore Vega nel 2011

22 Dic 2010

Nei primi giorni di Dicembre è stata raggiunta una delle tappe finali verso la qualifica del satellite LARES, che sarà messo in orbita con il primo volo del lanciatore VEGA, attualmente previsto per il terzo trimestre del 2011 dalla base di lancio europea di Kourou, nella Guyana Francese. Il programma LARES, la cui realizzazione è affidata da ASI alla Carlo Gavazzi Space, procede quindi a buon ritmo in parallelo alle fasi finali dello sviluppo del lanciatore e, secondo la nuova pianificazione, sarà pronto per la spedizione in base di lancio dalla seconda metà del prossimo anno.

 

 

“Vale la pena ricordare che la missione LARES ha una molteplice valenza, scientifica e tecnologica – ci dice Simone Pirrotta, responsabile nel team ASI degli aspetti ingegneristici e delle interfacce-. Difatti, insieme al payload principale costituito dal satellite dedicato all’esperimento del PI prof. Ciufolini per la misura dell’effetto Lense-Thirring con estrema accuratezza, il sistema fornisce anche un importante supporto alla qualifica del lanciatore VEGA, misurando alcune importanti grandezze fisiche durante le varie fasi di volo e permettendo così di ricostruire le sollecitazioni ambientali cui saranno sottoposti tutti i futuri satelliti passeggeri del nuovo lanciatore europeo a preponderante contributo italiano.

”Ad aumentare ulteriormente la complessa architettura del Sistema LARES sono i suoi “passeggeri secondari”, cioè i nove Cubesats, piccolissime sonde del peso di 1 solo chilogrammo l’una, forniti dall’Agenzia Spaziale Europea e realizzati da diverse Università e centri di ricerca continentali (tra cui al momento due candidati italiani) ed il microsatellite ALMASat-1, sviluppato nel laboratorio di Microsatelliti e Microsistemi Spaziali della Seconda Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna, sede di Forlì. Il microsatellite ALMASat-1, del peso di circa 12 kg,  è un dimostratore tecnologico al quale hanno lavorato a partire dal 2004 decine di studenti e ricercatori del Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale di Forlì. 

“La Qualification Review con ASI, superata con successo il 3 Dicembre scorso, segna un passo decisivo verso il lancio di ALMASat-1 – sostiene il Prof. Paolo Tortora, responsabile del progetto – e rappresenta il coronamento di molti anni di lavoro di un team di studenti, ricercatori e collaboratori affiatato ed estremamente motivato.” L’esperimento tecnologico principale imbarcato su ALMASat-1, un sistema di micropropulsione a gas freddo sviluppato con tecnologia MEMS, è riutilizzabile a bordo di numerose future piccole missioni, incluse quelle con requisiti stringenti in termini di controllo orbitale relativo fra satelliti di una formazione. “Il contributo di ASI - aggiunge Tortora - che ha fornito all’Università di Bologna l’opportunità di lancio, è stato fondamentale per avere la possibilità di sperimentare in orbita l’intero sistema di micropropulsione, qualificare in volo i sottosistemi sviluppati per il microsatellite, e consentirne il loro utilizzo su future missioni di classe ALMASat. ”La missione LARES – dichiara Enrico Flamini, coordinatore scientifico dell’ASI e responsabile del programma LARES - costituisce per il 2011 un appuntamento di grande rilevanza per l’ASI con le sue svariate implicazioni non ultima quella di essere il primo payload del nuovo vettore europeo VEGA, nella cui realizzazione l’Italia svolge un ruolo primario ”.