ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News
LA MISSIONE NASA SU EUROPA

In cerca di vita sulla luna Europa

Il direttore del JPL Charles Elachi ha presentato una proposta di missione per cercare vita sulla luna di Giove, Europa

L’agenzia spaziale americana è seriamente intenzionata a studiare nel dettaglio la luna Europa che orbita Giove. In una seduta del 3 Marzo il direttore del JPL NASA Charles Elachi ha spiegato al Sottocomitato per il Commercio, la Giustizia e la Scienza della Camera degli Stati Uniti - che valuta lo stanziamento di fondi per progetti del settore – che studiare la luna Europa si può, e si potrà fare anche molto presto.

 

Quello che rende questa luna tanto affascinante è la scoperta di un oceano di acqua liquida sotto la sua superficie di ghiaccio. Nel corso dell’evoluzione del Sistema Solare questa luna è stata schiacciata e allungata a causa del potente campo gravitazionale di Giove. Questa cosiddetta marea gravitazionale ha fornito l’energia necessaria per la formazione di un oceano d’acqua liquida. E come tutti sappiamo, l’acqua è l’ingrediente fondamentale per la vita.

 

“Per poter studiare Europa si può utilizzare un ‘Ocean Explorer’ in futuro, che sarebbe in grado di sciogliere la crosta di ghiaccio ed immergersi nell’oceano. Per prepararsi a questa missione la NASA può fare tre cose -  spiega Charles Elachi.

 

Nel primo caso si può lanciare un satellite in orbita di Europa che fornisca una mappatura ad alta definizione della sua superficie – ciò che la NASA sta già progettando. Però per unire gli sforzi la NASA pensa di lanciare anche un lander separatamente, che sfruttando le tecnologie acquisite dai rover marziani, permetterebbe di determinare le caratteristiche del ghiaccio ‘ europeo’. Ad esempio si potrebbe utilizzare la stessa tecnica di atterraggio adottata da Curiosity, lo ‘sky crane’, traducibile in gru volante. L’ultima proposta sarebbe quella di implementare tempestivamente un programma per lo sviluppo di tecnologie abilitanti per l’Europa Ocean Explorer.

 

Questa prima missione, programmata per i primi anni ’20, potrebbe fare uso di un ‘heavy launcher’ che grazie a numerosi flyby raggiungerebbe Giove in 7-8 anni, come nel caso della missione Cassini. D’altro canto la NASA sta sviluppando lo Space Launch System che permetterebbe alla sonda e il lander di arrivare a Giove in soli 2 anni e mezzo.

 

La NASA è seriamente intenzionata a visitare Europa, dove l’unico ostacolo è la questione del budget. Nell’anno 2016 la missione Europa ha ricevuto una cifra di $175 mln, ma nella proposta di budget 2017 sono stati assegnati solo $50 mln, che non sarebbero necessari per lo sviluppo del lander. La questione è quindi nelle mani dei politici USA, che devono votare la richiesta di budget.

 

 

Primo concept della Fase I NIAC NASA per un missione 'anfibia' dell'oceano di Europa

Credits: NASA/Cornell University/NSF