ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News
LA GALASSIA PIU' LONTANA, 400 MILIONI DI ANNI DAL BIG BANG

Il nuovo record di Hubble

Si trova ad appena 400 milioni di anni luce dopo il Big Bang, è la galassia più lontana mai osservata finora. Il telescopio spaziale Hubble l'ha trovata grazie alla luminosità della sua effervescente formazione stellare

Spingendo ai suoi limiti il telescopio Hubble, frutto della collaborazione tra NASA ed ESA, gli astronomi hanno frantumato il record di distanza cosmica misurando quella della galassia più remota mai osservata nell'universo.

 

Questa galassia, infatti, esisteva soli 400 milioni di anni dopo il Big Bang e fornisce nuove indizi sulla prima generazione di galassie. Ed è la prima volta che la distanza di un oggetto così lontano è stata misurata grazie al suo spettro, il che rende la misurazione estremamente affidabile. I risultati saranno pubblicati sulla rivista The Astrophysical Journal.

 

GN-Z11 questo il nome della galassia, che appare insolitamente brillante considerando la sua distanza dalla Terra. La misura della distanza di GN-Z11 offre ulteriore evidenza che altre galassie insolitamente luminose, presenti in precedenti immagini di Hubble, possano davvero trovarsi a distanze straordinarie, dimostrando che stiamo "zoommando" sulle prime galassie che si sono formate nell'Universo.

 

Per la prima volta per una galassia ad una distanza così estrema, il team ha utilizzato la Wide Field Camera 3 di Hubble che ha permesso di misurarne con precisione la distanza spettroscopicamente, suddividendo la luce nei colori che la compongono.

 

Per misurare le grandi distanze, come quella di GN-Z11, gli astronomi misurano il redshift dell'oggetto osservato. Un effetto conseguenza della espansione dell'universo; la luce si allunga più l'oggetto è distante e quindi la si percepisce nelle lunghezze d'onda più lunghe, quelle più rosse. Prima di  GN-Z11, la galassia più lontana mai misurata, EGSY8p7, aveva un redshift di 8.68. Ora il team ha confermato la distanza di GN-Z11 a un redshift di 11.1, che corrisponde a 400 milioni di anni dopo il Big Bang.

 

La combinazione di osservazioni prese da Hubble e dal telescopio Spitzer rivela che giovanissima galassia è 25 volte più piccola della Via Lattea e ha in stelle solo l'uno per cento della massa della nostra galassia. Tuttavia, il numero di stelle di GN-Z11 è in rapida crescita: la galassia sta formando stelle a una velocità di circa 20 volte superiore a quanto faccia oggi la Via Lattea. Questo alto tasso di formazione stellare rende questa remota galassia abbastanza luminosa perché Hubble abbia potuto osservarla dettagliatamente.