ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

Galileo 9 e 10 operativi

I satelliti del programma europeo di navigazione satellitare hanno iniziato a trasmettere i primi segnali dopo la campagna di test ai sistemi

Primi messaggi “certificati” dallo spazio per i satelliti della costellazione Galileo 9 e 10. Lanciati in orbita l’11 settembre scorso, i satelliti hanno superato a pieni voti le rigorose verifiche dei payload di navigazione e dei transponder. Questi esami, necessari per garantire la futura performance dei satelliti e la completa integrazione al sistema Galileo, si sono svolti in coordinamento con i centri di controllo Galileo a Oberpfaffenhofen in Germania e al Fucino, in Italia, concludendosi con alcuni giorni di anticipo sulla pianificazione prevista.

 

I primi segnali ‘DOC’, trasmessi da 23222 km di distanza, sono stati analizzati presso il Redu Center ESA in Belgio il 29 Gennaio. Grazie ad un antenna di 20 metri di diametro, il team ESA è stato in grado di ricevere i dati in alta risoluzione. “Tutti i test sono stati condotti in maniera impeccabile in parallelo con le operazioni di routine del resto della flotta”, confida Christian Lezy dal centro Redu.

 

La stessa procedura è al momento sottoposta ai più “giovani” Galileo 11 e 12, che, lanciati il 17 dicembre, sono passati nella loro fase di test in orbita nel periodo natalizio. Con Galileo 13 e 14 che hanno superato le loro verifiche pre-flight e i restanti 12 satelliti in produzione presso la facility di OHB a Bremen, si guarda con attenzione alla fine del 2016 e all’inizio della prima fase di ‘Initial Services’ del programma Galileo.