ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News
I dati ricevuti a Torino

ExoMars, 'first check' ok per DREAMS

I pacchetti di dati inviati a Terra dallo strumento italiano confermano il suo perfetto stato di salute

Il primo 'controllo medico' per DREAMS* ha dato i risultati attesi: lo strumento italiano, a bordo del lander EDM Schiaparelli in viaggio verso Marte con la missione ExoMars, gode di ottima salute. “I dati ricevuti – conferma il professor Stefano Debei, direttore del CISAS**, co-PI dello strumento e responsabile scientifico dell’accordo ASI-DREAMS - assicurano uno stato di salute nominale rispetto a quanto previsto”.

 

Il ‘check’, che verrà ripetuto a distanza di 24 ore ed era particolarmente atteso, rappresenta la prima importante attività di verifica sullo stato degli strumenti scientifici, con la recezione dei dati (first check-out) dello strumento.

 

E’ stato effettuato questa mattina alla sede di Altec di Torino, che ha il compito di ricevere, estrarre, organizzare e fornire i dati alla componete industriale e scientifica che segue lo strumento per determinare e verificare la condizione degli apparati.

 

I tecnici durante la ricezione/analisi dei datiQui si trovano , l'Engineering Support Room e il ROCC – il Centro di controllo del Rover destinato allo ‘sbarco’ su Marte tra due anni con la missione Exomars2018.

 

I tecnici di Altec, con la collaborazione degli esperti di Thales Alenia Space Italia e alla presenza dei responsabili dello strumento, hanno ricevuto via ESOC i dati del payload italiano. Questi sono quindi stati opportunamente "organizzati" e forniti al Principal Investigator

 

 

DREAMS (Dust characterization, RiskAssessment and Environment Analyser on the Martian Surface), progettato, integrato e testato al CISAS e nel laboratorio di Misure Meccaniche e Termiche presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova, è uno degli strumenti che costituiscono il contributo guida italiano.

 

Si tratta di una complessa catena di misura costituita da batteria propria, un’elettronica e sei sensori per la misura dei parametri meteorologici (pressione, temperatura, umidità, velocità e direzione del vento, radiazione solare) e del campo elettrico atmosferico in prossimità della superficie di Marte. Le misure saranno effettuate grazie al sofisticato ed originale SW che acquisisce e gestisce modo autonomo i vari sensori, i telecomandi e la telemetria

 

“Al CISAS – spiega ancora Debei –  abbiamo anche ideato, progettato e collaudato il termometro, uno dei sei sensori che ha prestazioni metrologiche uniche per l’ambiente marziano; siamo anche responsabili di AMELIA (di cui è PI Francesca Ferri, ndr) per l’analisi dell’atmosfera durante la fase di discesa”.

 

 

*DREAMS è stato progettato e realizzato dal CISAS di Padova con il coordinamento e finanziamento dell’ASI e la supervisione scientifica dell’INAF OAC.

PI: Francesca Esposito, INAF - Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Naples, Italy

Co-PI: Stefano Debei, CISAS, Università di Padova, Italy

Project Manager: Carlo Bettanini, CISAS, Università di Padova, Italy

Participating countries: UK, Finland, Spain, France and The Netherlands

 

**Il CISAS è un Centro di ricerca che dal 1991 ha contribuito principalmente ai seguenti programmi spaziali: HASI su Cassini Huygens, MarsExpress con PFS, Rosetta con Meccanismi per OSIRIS e Telescopio WAC, BepiColombo con SIMBIO-SYS.