ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

BOSS e BIOMEX allo Science Slam

I due esperimenti di astrobiologia finanziati dall’ASI saranno presentati all’evento per celebrare il decennale della Notte Europea dei Ricercatori

Spegne 10 candeline uno dei più importanti appuntamenti dedicati alla divulgazione scientifica per il grande pubblico, la Notte Europea dei Ricercatori. Bruxelles ospiterà "Science is Wonder-ful!", le celebrazioni di questo brillante traguardo, e in questa cornice si terrà l’evento “Science Slam”.  

"Science Slam", in programma il 23 settembre 2015 all’Autoworld Museum di Bruxelles, consiste in tre sessioni durante le quali otto ricercatori europei presentano i loro progetti. Al termine delle presentazioni, una giuria di esperti nominerà i vincitori.

A rappresentare l'Italia e, in particolare DREAMS, uno dei progetti italiani finanziati dalla Commissione Europea che vede coinvolte le città di Roma, Frascati, Milano, Pavia, Trieste, Bologna, Ferrara, Pisa, Cagliari, Bari e che è coordinato da Frascati Scienza, sarà Daniela Billi, astrobiologa presso l'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", con la presentazione: "Does life exist beyond our known earth? Follow the current experiments in astrobiology outside the International Space Station".

Gli esperimenti in questione, in corso all’esterno della ‘casa cosmica’, sono BOSS e BIOMEX, finanziati dall’Agenzia Spaziale Italiana nell’ambito di una specifica call per gli esperimenti più meritevoli selezionati in risposta ai bandi ESA-Announcement of Opportunity (AO) del 2009

BOSS (Biofilm Organisms Surfing Space) e BIOMEX (BIOlogy and Mars EXperiment) sono due esperimenti interdisciplinari, collocati all’esterno della ISS nella facility EXPOSE-R2 (nella foto in alto sinistra). 

Gli esperimenti sono stati inviati sulla Stazione il 23 luglio 2014 a bordo del cargo Progress 56.  Nella foto a destra, gli astronauti Oleg Artemyev e Aleksander Skvortsov (Expedition 40) impegnati nell'installazione di EXPOSE-R2 durante un'attività extraveicolare svolta il 18 agosto 2014.

Scopo di BOSS è valutare gli effetti della permanenza nello spazio e su Marte di biofilm microbici e evidenziare un eventuale potenziamento della sopravvivenza rispetto alle colture planctoniche. I biofilm sono tra le più antiche tracce di vita sulla Terra e potrebbero essere una tipologia di forme di vita potenzialmente presenti su altri pianeti e lune del Sistema Solare.   

BIOMEX, invece, ha l’obiettivo di studiare la resistenza di organismi e delle parti che li costituiscono (macromolecole di interesse biologico quali pigmenti fotosintetici e DNA), quando schermati da materiali simulanti la superficie marziana e lunare.  


Ambedue gli esperimenti utilizzano ceppi di Chroococcidiopsis, una forma di cianobatteri estremofili isolati da  deserti caldi e freddi, come le Valli Secche in Antartide e il deserto di Atacama in Cile, considerati gli analoghi terrestri di Marte.