ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News ASI - Agenzia Spaziale Italiana - News

ASI ed ENAV insieme per SENECA

Un programma comune per servizi di navigazione satellitare per l'aviazione civile

 Prende il via la collaborazione tra ASI ed ENAV (Ente Nazionale Assistenza al Volo) sul programma SENECA (Satellite Navigation services for Civil Aviation). ASI ed ENAV cooperano fin dal 1996, con l’avvio del programma europeo EGNOS (European Geostationary Navigation Overlay Services). Dopo aver avviato iniziative parallele sulla navigazione satellitare, hanno deciso di fondere le loro iniziative delineando un programma comune mirato a sviluppare le capacità di utilizzo dei servizi di  navigazione satellitare dei due programmi EGNOS e GALILEO, e finalizzato ad introdurre gradualmente la navigazione satellitare, a cominciare dal segnale EGNOS, nelle procedure di controllo del volo civile.

 

 

I principali obiettivi di SENECA includono:


 
- Assicurare un largo e pronto uso di EGNOS nell’Aviazione Civile in Italia.
- Preparare la transizione da EGNOS a GALILEO.
- Promuovere l’Innovazione e la Ricerca nel campo della navigazione satellitare.

 


A questo scopo, il progetto prevede la verifica delle prestazioni di EGNOS in condizioni operative nello spazio aereo nazionale, l’introduzione della navigazione satellitare nelle procedure e nei sistemi di ausilio alla Aviazione Civile, lo sviluppo di servizi ed applicazioni innovative basate sul segnale GALILEO.

 

Il Programma SENECA avrà una durata complessiva di 5 anni. L’Attuale Contratto, che rappresenta la prima fase del Programma, comprende i primi tre anni, dal 2010 al 2012 e ha un valore di circa 33 M€. Il contraente è un Raggruppamento Temporaneo d’Impresa formato da  Telespazio S.p.A., in qualità di mandataria, Thales Alenia Space Italia, Selex Sistemi Integrati S.p.A, e IDS Ingegneria Dei Sistemi S.p.A.

 

E’ previsto, in funzione anche dei risultati della prima fase, il lancio di una seconda fase, mirata essenzialmente al perfezionamento delle linee applicative mirate all’utilizzo del segnale Galileo, della durata di ulteriori 2 anni e avente un inviluppo economico nominale di 11 M€.

 

Il kick off del progetto si è svolto oggi, presso la sede di Telespazio di Via Tiburtina a Roma.