ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi

Space Situational Awareness, appuntamento a Roma il 9 e il 10 luglio 2012

Il workshop ASI dedicato al controllo delle situazioni di rischio connesse allo space debris

Numerosi sono i rischi che possono provenire dallo spazio e avere conseguenze negative per la sicurezza dei satelliti in orbita, la salvaguardia dell’uomo e dello spazio aereo e la tutela delle infrastrutture di terra. Collisioni con i detriti spaziali (“space debris”) possono causare problemi, ad esempio, ai satelliti meteorologici e a quelli per le telecomunicazioni e la navigazione oppure possono danneggiare il ground segment dei sistemi di controllo dei satelliti e dei sistemi di telecomunicazione.

L’incremento dei detriti spaziali, degli oggetti che si trovano vicini alla Terra (Near Earth Objects, NEO) e dei rischi connessi ha quindi dato il via ad una serie di attività per arginare questo pericolo che potrebbe avere ripercussioni anche di natura economica e strategica, considerati i numerosi servizi e applicazioni derivanti dallo spazio e utilizzati quotidianamente.

Space Situational Awareness (SSA) è il programma dell’ESA concepito con lo scopo di svolgere servizi di sorveglianza e monitoraggio dei detriti spaziali e dei NEO. Lanciato ufficialmente il 1° gennaio del 2009 e dopo una prima fase triennale conclusasi nel 2011, SSA sta per entrare nella fase implementativa (2012 – 2019).

Riunire le competenze italiane negli ambiti Space Surveillance and Tracking (SST) e Near Earth Objects (NEO) in vista della nuova fase del programma SSA è l’obiettivo del workshop organizzato dall’ASI e riservato agli addetti ai lavori. Finalità dell’incontro è promuovere la collaborazione fra gruppi di ricerca e l’interazione con l’industria per valorizzare le potenzialità dei singoli e ottimizzare il contributo italiano allo sviluppo del programma.

Presentazioni dei progetti