ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi

A lezione di scienza

Il 13 e il 14 novembre l’ASI organizza per i bambini il “Minuetto Astronomico”, lezione animata sull’astronomia

Spiegare ai più piccoli che la Terra non è piatta, osservare i movimenti dei corpi celesti, immaginare i primi minuti successivi al Big Bang. Con la proiezione di immagini e una spiegazione-azione sul palco, il "Minuetto Astronomico" coinvolgerà direttamente gli spettatori, rendendo la lezione comprensibile ai più piccoli e allo stesso tempo interessante per gli adulti. L'appuntamento è fissato per 13 e il 14 novembre presso Technotown a Villa Torlonia, a Roma, dalle ore 16.30 alle ore 17.30. L’iniziativa è dedicata all’astronomia e all’importante satellite di osservazione dell’Universo AGILE ed è rivolta ai bambini tra i 7 e i 12 anni.

 

Il "Minuetto Astronomico" giunge così alla sua terza edizione: era già stato organizzato dall'ASI nel 2008, per le scuole e le famiglie, con un’adesione di più di 800 partecipanti, e nel 2009, in occasione della manifestazione "Frascati Scienza".

 

La  lezione animata farà ripercorrere allo studente le più importanti teorie scientifiche astronomiche, i diversi personaggi storici e gli scienziati ad esse legati (Eratostene, Aristotele, Tolomeo, Copernico ecc.). Proseguirà con la storia delle principali teorie sul cosmo, per far capire come si costruisce un paradigma scientifico, e verrà presentato il modello di Tolomeo, con i suoi successi e i suoi limiti, per passare poi a Copernico e a Keplero-Newton, cercando ogni volta di motivare questi difficili cambiamenti di paradigma. La seconda parte dello spettacolo sarà, invece, dedicata all’approfondimento della missione AGILE, della quale verranno approfonditi gli obiettivi scientifici e di ricerca.

 


Il "Minuetto Astronomico" è realizzato dall’Associazione FormaScienza, costituita da un gruppo di giovani ricercatori che, oltre a una solida preparazione scientifica e a una pluriennale esperienza di ricerca, possiede un proprio bagaglio di esperienza nell’educazione e nella comunicazione della scienza.