ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Eventi

COPUOS: cinquanta anni di uso pacifico dello Spazio

A Vienna dal 1 al 10 giugno. Interviene il Presidente Saggese

Si è aperta a Vienna la 54ma sessione annuale del COPUOS, il Comitato per l'Uso Pacifico dello Spazio Extra Atmosferico presso le Nazione Unite, con il “segmento commemorativo” dedicato oggi al primo volo dell’uomo nello Spazio. Esattamente mezzo secolo fa, infatti, il 12 aprile del 1961, il cosmonauta russo Yurij Gagarin  saliva a bordo del Vostok 1 (“Oriente 1”) pronunciando la storica frase “Siamo partiti!”.

 

Poche ore dopo il giovanissimo Jurij (aveva allora appena 27 anni!) avrebbe salutato dallo Spazio la “Terra azzurra”. Altri tempi, anni di guerra fredda trasportata a centinaia di migliaia di km sopra le nostre teste, ma anche di emozioni straordinarie e indimenticabili. Il COPUOS era stato creato in seno all’ONU presso l’UNOOSA (United Nations Office for Outer Space Affairs) proprio in quel clima irripetibile, subito dopo il lancio dello Sputnik nel 1958, e si sarebbe riunito a Vienna a pochi mesi di distanza dal volo di Gagarin, il 27 novembre 1961.

 


Ai lavori della Commissione, che si riunisce annualmente e di cui fanno parte ben 67 diversi paesi, prende parte anche il nostro paese, rappresentato dal presidente dell’Asi Enrico Saggese, che ribadirà in tale occasione l’impegno italiano profuso nella cooperazione regionale ed internazionale nelle attività di screening e di esplorazione spaziale a scopo pacifico. L’agenda della Commissione prenderà ufficialmente il via dopo la commemorazione, a partire dal 2 giugno, e prevede numerosi impegni fino al 10 giugno, giorno di chiusura.

 

Molti dei passaggi della Dichiarazione che verrà adottata dall’ONU in questa occasione sono punti sostanziali contemplati nel Documento di Visione Strategica dell’ASI, come l'osservazione del nostro sistema solare, l'esplorazione umana con gli astronauti, la ricerca dello spazio profondo e l'accesso allo spazio.