ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Missioi e Progetti ASI - Agenzia Spaziale Italiana - Missioi e Progetti

Progetti Tecnologici di Telecomunicazioni satellitari

Bande Q/V, W ed ottica

 

I progetti tecnologici di telecomunicazioni includono lo studio, lo sviluppo, e la realizzazione di unità, sottosistemi e sistemi per payload di telecomunicazioni satellitari nelle bande Q/V, W ed ottica.

 

Payload di telecomunicazioni in banda Q/V
Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di un payload in Banda Q/V da imbarcare sulle seguenti possibili missioni da studiare:

  • a bordo di un satellite dedicato;
  • come piggyback di un altro payload operativo, probabilmente in orbita GSO;
  • a bordo dell’aereo stratosferico Geophysica opportunamente equipaggiato.

A seguito dell’approvazione da parte ESA della realizzazione ed imbarco di un payload dimostrativo in banda Q/V dell’ASI,  sul satellite Alphasat in corso di sviluppo, l’ESA ha avviato un contratto di studio di imbarco sulla piattaforma di Alphabus. Alla fine di tale studio le attività di realizzazione ed imbarco del Payload dimostrativo in banda Q/V,  sono state spostate in ESA. Al fine di tutelare i risultati delle sperimentazione e renderli disponibili per eventuali accordi bilaterali, che l’ASI voglia siglare con altre Agenzie, lo sviluppo delle stazioni di terra è rimasto di completa competenza nazionale.

 

Payload di telecomunicazioni in banda W
La banda W si pone attualmente al limite della “frontiera tecnologica”, diversamente dalle bande di frequenza inferiori per le quali già esiste un background di conoscenze e tecnologie accumulato nel corso degli anni. Lo sviluppo di un payload per telecomunicazioni in banda W risulta di fondamentale importanza da un punto di vista tecnologico, scientifico, politico e sociale in quanto:

  • Favorirebbe il mantenimento della posizione pionieristica e quindi dominante dell’Italia nel campo delle alte frequenze;
  • Il settore scientifico si arricchirebbe di nuove conoscenze e possibilità di ricerca;
  • Tale sviluppo favorirebbe investimenti in tecnologie che abilitino l’Europa a svolgere un ruolo concorrenziale a livello mondiale.

Il Progetto ha come obiettivo lo studio e lo sviluppo di apparati per la realizzazione  di un payload in banda W,  da imbarcare nelle seguenti possibili ed eventuali missioni da studiare:

  • missione con aereo stratosferico;
  • missione con un piccolo satellite;
  • missione con satellite LEO/GEO.

Payload di telecomunicazioni in banda ottica
Il progetto ha come obiettivo lo studio e lo sviluppo di apparati ed elementi per la realizzazione di un payload in banda ottica, da imbarcare sulle seguenti possibili missioni da studiare:

  • a bordo di un satellite dedicato;
  • come piggyback di altro payload operativo, probabilmente in orbita GSO;
  • a bordo dell’aereo stratosferico Geophysica opportunamente equipaggiato.

L'attività è orientata allo sviluppo di tecnologie che permettano la realizzazione di un sistema di comunicazioni spaziali in banda ottica. Il piano di sviluppo prevede una sperimentazione utilizzante una piattaforma aerea (Aereo stratosferico Geophysica) con doppio collegamento:

  • stazione laser di Matera-aereo;
  • stazione Spaziale Internazionale-aereo.