ASI - Agenzia Spaziale Italiana - L´Agenzia ASI - Agenzia Spaziale Italiana - L´Agenzia

Metodo e obiettivi

Il metodo di Concurrent Engineering aumenta l’efficacia e la rapidità della comunicazione tra chi genera dei dati di progetto e chi li deve utilizzare (acquisizione, comprensione del dato, discussione, applicazione) e accelera il processo iterativo sulle ipotesi/configurazioni di progetto, permettendo verifiche contestuali sul livello di coerenza e di ottimizzazione dell’intero progetto.

 

 

 

 

Progettazione con metodo sequenziale (fonte: ESA)

 

 

Progettazione con metodo corrente (fonte: ESA)

 

 

Progettazione in Concurrent Engineering (fonte: ESA)

 

Obiettivi

Lo strumento offre delle indubbie potenzialità, e può essere di ausilio ai vertici ASI nella verifica di fattibilità di potenziali nuove iniziative e lo sviluppo dei dati di pianificazione, costo e rischi di missione necessari all’elaborazione del PTA.

Gli output degli studi possono divenire punti di riferimento per le fasi istruttorie necessarie alla finalizzazione delle Richieste d’Offerta ed i relativi Capitolati Tecnici. Infine in fase di gestione contrattuale possono facilitare lo svolgimento delle revisione tecniche di progetto di fine fase A. Tutto ciò anche a beneficio formativo delle risorse umane dell’agenzia.

In particolare, gli obiettivi principali sono:

A) Effettuare internamente studi avanzati o di pre-fattibilità (fase 0/A) comprendenti:

1.    analisi dei requisiti applicativi (lato cliente)
2.    analisi di missione e di compatibilità di missione
3.    definizione dell’ architettura
4.    produzione dei requisiti di sistema
5.    pianificazioni e preventivi di costo

B) Accrescere in ASI la coerenza dei risultati tra le linee dei prodotti tecnologici e quelle dei prodotti applicativi.

C) Facilitare la crescita delle nuove risorse ASI e migliorare la capacità di quelle esistenti.