Spazio: inaugurata a Tor Vergata la nuova sede dell'ASI

Il Sole 24 Ore, Radiocor, ore 16:25

25 Jul 2012

E' stata inaugurata a Tor Vergata la nuova sede dell'Agenzia spaziale italiana (Asi). A tagliare il nastro, insieme al presidente dell'Agenzia spaziale italiana, Enrico Saggese, gli astronauti italiani, dal primo Franco Malerba a Samantha Cristoforetti, anche il ministro dell'Istruzione, Universita' e Ricerca, Francesco Profumo, il deputy administrator della Nasa, Lori Garver, e il direttore Pianificazione e Controllo dell'Esa, Giuseppe Morsillo. La nuova sede dell'Asi si sviluppa su un'area di 28.600 metri quadri ed e' stata realizzata dallo studio 5+1AA nel terreno concesso dall'Universita' di Tor Vergata a Roma. Il battesimo della nuova sede dell'Asi - si legge in una nota - e' stato l'occasione per celebrare anche due importanti tappe delle attivita' spaziali del nostro Paese: i 20 anni del volo del primo astronauta italiano, il leggendario Franco Malerba che nel 1992 volo' a bordo dello Shuttle Atlantis, e i 50 anni di collaborazione con la Nasa. Per il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana "l'inaugurazione e' stata una splendida occasione - per festeggiare i primi 20 anni di volo degli astronauti italiani: dalla partenza di Malerba a oggi, la storia del volo umano italiano e' stata costellata da importanti successi, sia in termini di astronauti sia in termini di realizzazioni industriali. Gli accordi diretti tra l'Italia e la Nasa hanno permesso di avere all'Italia 7 astronauti e 8 missioni". Saggese, dopo aver ricordato il "rapporto bilaterale diretto" tra Asi e Nasa che "ha permesso di lasciare all'Italia un intangibile segno sulla Stazione Spaziale Internazionale", ha sottolineato che "oggi l'Agenzia Spaziale Italiana apre le porte della sua prima grande sede, realizzata in un'area concessa dall'Universita' di Tor Vergata che ci avvicina all'universita', all'Esa e ad altri enti di ricerca". Lori Garver, ha sottolineato che oggi "non solo festeggiamo i 50 anni di collaborazione passata, ma mi auguro di poterne festeggiare almeno altri 50 anni di una fruttuosa cooperazione, sempre piu' proficua, tra Italia e Stati Uniti". Il numero due della Nasa ha quindi ringraziato l'Asi per il suo supporto e, in particolare, anche l'industria spaziale italiana per gli incredibili risultati tecnologici, che sulla Stazione Spaziale Internazionale sono visibili e tangibili. Questi ultimi dieci anni - informa la nota dell'Asi - sono stati particolarmente intensi e importanti per il settore spaziale italiano, che ha raccolto in campo internazionale prestigiosi riconoscimenti. Riconoscimenti che consacrano un primato italiano fatto di scienza, tecnologia, lavoro e autorevoli collaborazioni, tracciando un bilancio positivo della storia dello spazio tricolore, fra passato, presente e futuro. Gli astronauti hanno rievocato le loro missioni nello spazio con momenti particolarmente emozionanti, dal primo volo di Malerba fino alla missione di Vittori, arrivato sulla Stazione Spaziale per la terza volta.